DAVIDE GROSSI
Monumenti e Munificenze
2018-03-05T11:20:12+00:00

Project Description

DAVIDE GROSSI

 Monumenti e Munificenze di sua Maestà la principessa imperiale Maria Luigia —

.

  “Miglior progetto fotografico Km 0” Premio Voglino, 2015

.

Monumenti e Munificenze di sua Maestà la principessa imperiale Maria Luigia

La fotografia di città ha il suo fondamento nel modo in cui gli spazi urbani cominciano ad essere visualizzati nelle stampe litografiche alla fine del XVIII e all’inizio del XIX secolo. Partendo da questa tradizione Davide Grossi propone un itinerario visivo della città di Parma alla ricerca di architetture, strade, scorci. L’occasione nasce da un volume di stampe del 1845 rinvenuto da un antiquario, che Grossi decide di riattualizzare ricercando nella città di oggi le vedute presenti nelle litografie. In questo modo il suo progetto sviluppa un viaggio nel tempo e nelle trasformazioni della città, con un approccio diacronico che diventa testimonianza dell’identità storica dei luoghi. Le fotografie di Grossi si confrontano con la rappresentazione ottocentesca dell’architettura urbana, e lo fanno con grande attenzione riprendendo dalla visione classica la verticalità delle linee, la scelta accurata dei punti di vista, la gabbia prospettica tradizionale, la frontalità, la simmetria. Nel ricostruire in maniera la più possibile esatta i punti di ripresa, lo sguardo del fotografo incontra le trasformazioni della città, i rapporti spaziali cambiati, i luoghi che hanno assunto una nuova funzione, dandoci una realistica e circoscritta analisi della contemporaneità. Nel suo percorso trova anche edifici che sono rimasti quasi immutati, ed è interessante scoprire che sono quelli che hanno un’importante funzione sociale e culturale, come la biblioteca ed il teatro, quasi a testimoniare l’attenzione che la città di Parma ha sempre avuto verso l’arte e la cultura. Il progetto di Davide Grossi, tra memoria del passato e condizioni del presente, assume particolare valore perché legge il paesaggio urbano contemporaneo di una storica città italiana, facendoci percepire visivamente il grande contrasto, sia culturale che ambientale, che le città italiane devono affrontare tra il passato storico e il presente che preme verso radicali cambiamenti.  E’ dunque una fotografia colta ed attenta, che esprime la consapevole funzione critica che il fotografo svolge nella realtà facendoci scoprire e riconoscere l’identità dei Luoghi

(Testo di Masimo Agus)

.

www.davidegrossi.it

.

.

BIOGRAFIA

Davide Grossi nato a Parma nel 1971. E’ fotografo di Architettura e Paesaggio con particolare predilezioni per il territorio ed il relativo sviluppo.

Cresciuto in Emilia Romagna, aderisce e condivide I valori e gli insegnamenti di quella che viene denominata “Scuola Emiliana di Fotografia”, in particolar modo deve la propria formazione alle immagini ed ai lavori di Luigi Ghirri. La stampa specializzata ha spesso apprezzato I suoi lavori per la precisione tecnica, la raffinata composizione e l’originalità nell’ utilizzo del colore.

Presidente del Circolo di Cultura Fotografica “Il Grandangolo”

Docente del Dipartimento Attività Culturali della Federazione Italiana Associazioni Fotografiche scrive articoli di critica, per la rivista fotografica FOTOIT. Numerosi sono i riconoscimenti ottenuti in ambito nazionale.

Nel 2009 riceve da parte della Federazione Italiana delle Associazioni Fotografiche il riconoscimento ufficiale A.F.I. Artista della fotografia Italiana.

Ha collaborato con Industrie Grafiche Step, Trentino S.p.A., Coccinelle S.p.A., Facoltà di Architettura di Camerino e con il “Festival di Architettura” di Parma” 07/08. Inoltre ha curato la fotografia di scena del film “L’ultimo Round” del regista-film maker Filippo Chiesa. Nel 2008 viene invitato ad illustrare con dodici tavole fotografiche la Via Crucis per la nuova Chiesa di S.Luca disegnata dall’ architetto Carlo Quintelli.

Tiene corsi di Storia della Fotografia, tecniche di camera oscura e corsi di fotografia in Istituti scolastici e culturali.

Collezioni: Centro Italiano Fotografia d’Autore (Arezzo); Archivio Fotografico Italiano (Varese); Archivi F.lli Alinari (Firenze)

Davide Grossi nato a Parma nel 1971. E’ fotografo di Architettura e Paesaggio con particolare predilezioni per il territorio ed il relativo sviluppo.

Cresciuto in Emilia Romagna, aderisce e condivide I valori e gli insegnamenti di quella che viene denominata “Scuola Emiliana di Fotografia”, in particolar modo deve la propria formazione alle immagini ed ai lavori di Luigi Ghirri. La stampa specializzata ha spesso apprezzato I suoi lavori per la precisione tecnica, la raffinata composizione e l’originalità nell’ utilizzo del colore.

Presidente del Circolo di Cultura Fotografica “Il Grandangolo”

Docente del Dipartimento Attività Culturali della Federazione Italiana Associazioni Fotografiche scrive articoli di critica, per la rivista fotografica FOTOIT. Numerosi sono i riconoscimenti ottenuti in ambito nazionale.

Nel 2009 riceve da parte della Federazione Italiana delle Associazioni Fotografiche il riconoscimento ufficiale A.F.I. Artista della fotografia Italiana.

Ha collaborato con Industrie Grafiche Step, Trentino S.p.A., Coccinelle S.p.A., Facoltà di Architettura di Camerino e con il “Festival di Architettura” di Parma” 07/08. Inoltre ha curato la fotografia di scena del film “L’ultimo Round” del regista-film maker Filippo Chiesa. Nel 2008 viene invitato ad illustrare con dodici tavole fotografiche la Via Crucis per la nuova Chiesa di S.Luca disegnata dall’ architetto Carlo Quintelli.

Tiene corsi di Storia della Fotografia, tecniche di camera oscura e corsi di fotografia in Istituti scolastici e culturali.

Collezioni: Centro Italiano Fotografia d’Autore (Arezzo); Archivio Fotografico Italiano (Varese); Archivi F.lli Alinari (Firenze)

Davide Grossi was born in Parma in 1971. Photographer of Landscapes and Architecture, he is particularly focused on identity and landscape development. He grew up in the Italian region of Emilia Romagna and adheres to the values and teachings of the Scuola Emiliana di Fotografia, particularly those of Luigi Ghirri. The specialised press has often praised his works for precision, refined composition and the originality in the use of colour. He is President of the Assosiaction of Photograhers ‘Il Grandangolo’, based in Parma, Italy and teacher at the Department for Cultural Activities of the Italian Federation of Photographers Associations; he also writes critical papers for the photography magazine FOTOIT. In 2009 riceived from the Italian Federation of photo associations the prize of A.F.I. Artist of Italian Photography. He has achieved national recognition in several occasions. He co-operated with Industrie Grafiche Step, Trentino S.p.A., Coccinelle S.p.A., the Camerino Faculty of Architecture (Prize ‘Libero Bizzarri’ for the documentary work ‘Città, Architetture, Territori – Stazioni di Terra Stazioni di Mare, 2006). He is among the curators of the Festival of Architecture 07/08 of Parma, Reggio and Modena. He has also been Photography Director in the movie ‘L’Ultimo Round (‘The Last Round’) by the Film Director Filippo Chiesa. In 2008 he has presented a twelve-photo series on the Via Crucis for the new Church of S. Luca by the Architect Carlo Quintelli. He helds classes on History of Photography, Darkroom Techniques and Photography in schools and cultural associations.

EXHIBITIONS

2002 “Il segno di Caino”-Palazzo dei Congressi, Salsomaggiore Terme. Parma

2004 “Acque” – Galleria fotografica “La stazione fotografica”, Lecco.

2005 “Archivio di stato di Parma”-LeccoImmagiFestival, Lecco.

2006 “Attese” Centro Italiano Fotografia d’Autore, Arezzo

2006 “Stazioni di terra Stazioni di mare” Facoltà di Architettura università di Camerino.

2007 “Non luoghi comuni” Regarde croisee Festival internazionale di Aix en Provence”

2008 “Verso un paesaggio” Giovane Fotografia Italiana Archivio Fotografico Italiano -VA-

2008 “Verso un paesaggio” Expolissone 2008 –MI-

2008 “Verso un paesaggio” Immagimondo -LC-

2008 “SS9 Persone, Architetture, Territori in 75Km di Via Emilia” Festival Architettura –RE-

2009 “SS9 Persone, Architetture, Territori in 75Km di Via Emilia” Archivio Fotografico Italiano –VA-

2009 Up&Down Rassegna fotocontemporanea Montecchio, -RE-

2010 “Tra miseria e splendore.” Galleria FIAF Torino

2010 “Domestic” Espai Cultural Caja Madrid –

Barcelona Espana

2012 “SS9, Persone, Architetture, Territori in 75Km di Via Emilia” Obiettivo Reporter – Mi

2012 “Delle architetture spontanee delle paludi” Colorno Photo Life – Pr

2012 “Domestic” Xavier Miserachs Biennal of Photography – Girona Espana

2013 “Monumenti e Munificenze di Sua Maestà Principessa Imperiale Maria Luigia” –

Centro Italiano Fotografia d’Autore AR

2014 “Monumenti e Munificenze di Sua Maestà Principessa Imperiale Maria Luigia” – Paesaggio reale Paesaggio Immaginato, Trevignano Fotografia

2014 “Mantova, Pubblico Paesaggio” – Spazio, Fotografia, Architettura Politecnico di Milano – Casa del Mantegna MN

2014 “Monumenti e Munificenze di Sua Maestà Principessa Imperiale Maria Luigia” – Heart Pulsazioni Culturali – Vimercate MI

2014 “Monumenti e Munificenze di Sua Maestà Principessa Imperiale Maria Luigia” – FacePhotonews 2014 –

Sassoferrato AN

2015 Good Morning! – FacePhotonews 2015 –

Sassoferrato AN

2015 “Monumenti e Munificenze di Sua Maestà Principessa Imperiale Maria Luigia” MUPAC – Colorno

COLLECTION

Centro Italiano Fotografia d’Autore (Arezzo)
Archivio Fotografico Italiano (Varese)
Archivi F.lli Alinari (Firenze)

BOOKS

2015 Mantovarchitettura\uno – Polo territoriale di Mantova del politecnico di Milano
2014 Monumenti e Munificenze di Sua Maestà Principessa Imperiale Maria Luigia2008 Habitare la Via Emilia. FestivalArchitetturaEdizioni
2005 Annuario Fotografico Italiano duemilacinque. Catalogo.
2005 L’Emilia Romagna si fotografa. Monografia

error: Content is protected !!